La storia, meravigliosa, di questa scuola inizia nei lontani, ormai per noi, anni sessanta.
La guerra è soltanto più un triste ricordo e siamo in pieno sviluppo economico, che trasforma l’Italia molto rapidamente, da paese prevalentemente agricolo in industriale.
Sono gli anni del cosiddetto “boom economico”, del proliferare di fabbriche soprattutto nel Nord Italia.
Le città si popolano sempre di più di persone che lasciano la campagna e le regioni del Sud in cerca di lavoro, sicurezza e prosperità.
Nichelino, paese all’estrema periferia sud di Torino, dove vi sono i grandi stabilimenti della Fiat Mirafiori e del Lingotto, vede in pochi anni il triplicarsi, il quadruplicarsi della popolazione, il sorgere, come funghi, di case e palazzi.
La Parrocchia Santissima Trinità iniziava a diventare lontana e distante per sempre più numerose persone.
Emerge così l’esigenza della Chiesa di Torino di stare vicino ai propri fedeli in questo periodo di grandi trasformazioni.
Incomincia a farsi avanti l’idea, nell’allora parroco della Santissima Trinità, don Francesco Granero, di costruire una nuova Chiesa nella zona della Crociera.
Nel 1957 viene approvato il progetto del complesso religioso e una anno dopo termina la prima fase dei lavori con la costruzione del salone che inizialmente doveva fungere da Chiesa (e che poi sarebbe stato adibito ad altro, es. Cinema/Teatro) e della casa canonica.
Con la benedizione del salone Chiesa nel 1958 nasceva la succursale intitolata a Maria Regina Mundi; a seguire era già previsto nel piano anche la costruzione della Chiesa definitiva e della scuola materna.
Il 4 giugno del 1961 viene nominato parroco don Francesco Smeriglio e nasce così la seconda Parrocchia di Nichelino, costituita con Decreto dell’Arcivescovo, Cardinale Maurilio Fossati.
Contava già 1.000 famiglie e circa 4.200 abitanti.
All’insediamento di don Francesco di fatto c’era il salone adibito a Chiesa, la casa parrocchiale e quel progetto per la realizzazione di un importante centro religioso.
Le priorità però non furono quelle inizialmente pensate, le risorse umane e economiche della Parrocchia non furono indirizzate per la costruzione della Chiesa ma bensì della Scuola Materna, per venire incontro alle esigenze dei parrocchiani e delle numerose famiglie che si insediavano nella Crociera in cerca di lavoro.
La Scuola Materna parrocchiale Regina Mundi, voluta da don Francesco è sorta grazie anche alla tenace volontà di Suor Costanza della Congregazione delle Povere Figlie di San Gaetano, fondate dal Beato Giovanni Maria Boccardo.
(estratto dal documento di Giorgio Alessi ” Una storia iniziata 40 anni fa ” in occasione dei festeggiamenti per i 40 anni della Chiesa)

Suor Costanza, prima direttrice della Scuola Materna Regina Mundi, aveva già dato il suo prezioso contributo nella costruzione della Scuola Materna San Matteo e mise generosamente tutta la sua esperienza organizzativa e pastorale per quella della Crociera.

Nel 1962 prende corpo il progetto, sostenuto dai contributi di Torino Chiese (5 milioni di Lire), dal Comune di Nichelino (15 milioni), dalla FIAT (15 milioni) e dalla popolazione stessa.

Nel 1963 iniziano i lavori e nel 1964 si inaugura la nuova Scuola alla presenza di Monsignor Tinivella, delle autorità comunali, (Angelo Prato era il Sindaco di quel tempo) e dei moltissimi parrocchiani che avevano contribuito all’iniziativa.

Incomincia così l’attività della Scuola Materna e dell’oratorio femminile.

To Top